8 giugno 2018

Bloomsday 2018: Una festa per Joyce

Dal 14 al 17 giugno 2018 a Trieste si celebra il Bloomsday. Ecco cosa l’hotel letterario di Trieste vi suggerisce di non perdervi della tre giorni joyciana!

Dal 14 al 17 giugno Trieste si unisce ai festeggiamenti mondiali in onore del grande scrittore irlandese James Joyce. Una tre giorni di spettacoli, visite speciali mostre e conferenze tutte in tema joyciano. Non a caso, Trieste è la città che Joyce definì come “la mia seconda patria” e che lo ospitò dal 1904 al 1920. E non a caso il Victoria, l’hotel letterario di Trieste, fu una delle tante dimore triestine del geniale autore dell’ULISSE.

Il Blooomsday celebra la fatidica giornata di Leopold Bloom raccontata da Joyce nel suo titanico capolavoro ULISSE. Ogni anno, il 16 giugno si celebra quel lunghissimo 16 giugno del 1904. E a Trieste i festeggiamenti dureranno addirittura tutto il weekend.

A fare da filo rosso delle celebrazioni di quest’anno, il settimo capitolo dell’ULISSE, intitolato Eolo, dedicato al vento effimero della fama e ambientato nella sede del Freeman’s Journal a Dublino, alle 12.15 del 16 giugno 1904.

Anche l’hotel letterario ha voluto quest’anno celebrare il grande Joyce – che qui ha una suite a lui dedicata – con una installazione proprio nella hall dell’hotel. Tutti possono ammirarla entrando in hotel.

hotel per dormire durante il Bloomsday

Il programma dei festeggiamenti per il Bloomsday triestino è davvero ampio, per questo l’hotel letterario ha selezionato per voi alcuni imperdibili appuntamenti a cui non mancare!

  Programma Bloomsday

 

Giovedì 14 giugno

Le celebrazioni si aprono già il giovedì alle 19 presso lo Stadio “Grezar” (ingresso di via Flavia) con l’inaugurazione del nuovo “murale” dedicato a James Joyce. Un grande ritratto di James Joyce che reinterpreta tre momenti dell’ULISSE con una varietà di stili che rispecchia le differenti tecniche di scrittura utilizzate da Joyce nel romanzo.

 

Venerdì 15 giugno

  • JJ Walking Tour. Itinerario a piedi attraverso la città di Joyce alle ore 17 con partenza dal Joyce BUSeum in Piazza Ponterosso. Per un’ora e mezza, uno dei massimi conoscitori di Joyce, il prof. Renzo S. Crivelli vi condurrà attraverso la “bella Trieste” di Joyce, la città delle sue lezioni di inglese delle amate chiese e delle non meno amate osterie, la Trieste dei bordelli e dei teatri e della Berlitz School.
  • Alle 18.30 uno spettacolo teatrale di Giuliano Zannier, Eolo. Il giornale, racconterà il 7° capitolo dell’ULISSE nella cornice singolarissima dei portici della Loggia comunale in Piazza Unità d’Italia.
  • Chi predilige le mostre, potrà scegliere invece Unfolding Ulysses – #7 Aeolus di Annalisa Metus, che inaugura a partire dalle 19, in sala Sala Veruda, Piazza Piccola 2, dietro Piazza Unità. Tutta retorica. Vesciche piene d’aria. Chilometri di carta srotolata. Un elogio della sovrabbondanza e dell’inconcludenza. In ogni caso la mostra rimarrà aperta ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 fino al 15 luglio. Visite guidate dall’artista venerdì 22 giugno e venerdì 6 luglio alle ore 18.00; martedì 26 giugno e martedì 10 luglio alle ore 11.00.
  • In serata invece, ritorna il teatro con Love is Unhappy When Love is Away di Diana Höbel ispirato alla raccolta Chamber Music di James Joyce. La location d’eccezione è il Bastione Rotondo del Castello di San Giusto (in caso di maltempo Auditorium del Museo Revoltella, via Diaz 27).

Sabato 16 giugno

  • In un altro preziosissimo luogo che merita una visita, ovvero al Museo Sartorio in Largo Papa Giovanni XXIII, alle 11 verranno presentati i biscotti letterari di Maurizio Stagni che avrete avuto modo di assaggiare a colazione all’hotel letterario. Con un’aggiunta, non solo Joyce, ma anche Svevo e Saba saranno protagonisti di questa degustazione con caffè.
  • Seguirà, sempre in questa poetica cornice, Three for Trio, un concerto per clarinetto, violino e pianoforte. Musiche di Marco Battigelli, Davide Coppola e Giorgio Coslovich, con il Trio Joyce e brani ispirati all’opera di Joyce.
  • E dopo essere stati allietati dalla musica, potrete assistere alla proiezione del documentario Anjelica Huston on James Joyce: A Shout in the Street di David Blake Knox e Kieron J. Walsh (GB, 2018, 52 min., Versione inglese).
    Il film, prodotto per la BBC, racconta la storia della turbolenta e sorprendente carriera letteraria di James Joyce, dalla sua povera infanzia a Dublino, attraverso le sue prime battaglie, fino al raggiungimento di una fama internazionale.
  • Alle 16, invece è tempo di teatro presso il Museo Revoltella in via Diaz 27 con la pièce Il maestro e Cicogno di Renzo S. Crivelli con Enza De Rose, Francesco Godina e Maurizio Zacchigna; regia di Maurizio Zacchigna. In collaborazione con Teatro Stabile “La Contrada”(replica alle 21.30).
  • Sarà di nuovo tempo di passeggiare sulle orme di Joyce alle 17 con il JJ Walking Tour. Itinerario a piedi attraverso la città di Joyce, ma questa volta in lingua inglese con partenza da Passaggio Joyce ovvero dal Ponte Curto, sul lato di via Rossini.
  • Un’occasione per scoprire il Museo Joyce in Città Vecchia sarà invece l’inaugurazione della mostra di Greig Stevens: Odyssey. In the Footsteps of Joyce, alle 18 in via Madonna del Mare, 13.

date orari Bloomsday

Domenica 17 giugno

  • Non poteva mancare la presentazione del libro di recente pubblicazione Un amore di Giacomo. Poemetto in prosa di James Joyce nella Trieste di primo Novecento, del prof. Renzo S. Crivelli. Alle 11 presso il Museo Sartorio di Largo Papa Giovanni con il giornalista Pietro Spirito.
  • Verso sera, alle 18.30 un appuntamento d’eccezione sarà Il cammino di San Giacomo guidati da Luigi Nacci, poeta, scrittore e viandante. Un itinerario a piedi sulle orme di Joyce prenderà vita dal Joyce BUSeum di piazza Ponterosso e si snoderà attraverso i vicoli e le calli della città vecchia per arrivare, appunto, al rione di San Giacomo, ovvero un cammino che dalla Trieste dei commerci e dei caffè del centro, ci porterà all’altra Trieste, quella popolare, governata da Bacco e da Eolo, delle osterie amate da Joyce e da diversi poeti.
  • E da qui, in Campo San Giacomo, il gran finale con concerto dei Wooden Legs alle 20.30, e a seguire, proiezione del film The Dead – Gente di Dublino di John Houston (USA,1987, 83 min, versione inglese con sottotitoli in italiano).

Buon Bloomsday 2018 a tutti!

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

#vienicomesei 

 

Ritorna al blog